Giunge alla quarta edizione il Salone dell’Auto di Torino, che si terrà dal 6 al 10 giugno 2018.

Anche quest’anno si respira l’aria tipica dei grandi eventi. Intanto, la cornice, ovvero il Parco del Valentino, che ospiterà gratuitamente i visitatori, dalle 10.00 alle 24.00: bisognerà però munirsi del biglietto elettronico – disponibile sul sito ufficiale della manifestazione, www.parcovalentino.com – che consentirà anche di accedere agli sconti sulle tratte di Trenitalia da e per Torino, e alle convenzioni con i poli museali cittadini, gli alberghi, i ristoranti e i negozi aderenti all’iniziativa.

E dalla cornice ai partecipanti: hanno infatti confermato la loro presenza all’edizione 2018 il gruppo FCA (Fiat, Lancia, Abarth, Jeep, Alfa Romeo, Fiat Professional, Mopar, Heritage), il gruppo Volkswagen (Audi, SEAT, Škoda, Volkswagen), ma anche Mercedes-Benz, Smart, Suzuki e Mazda.

E se Italdesign per festeggiare il suo 50° anniversario esporrà nel Castello del Valentino modelli e prototipi che hanno fatto la storia dell’automotive mondiale, Porsche invece celebrerà i suoi 70 anni in Piazza Castello con una serie di appuntamenti ed eventi.

Nata l’8 giugno 1948, la casa automobilistica tedesca ha scelto proprio il capoluogo sabaudo per dare ulteriore lustro al suo marchio, come annunciato dal presidente del Salone dell’Auto, Andrea Levy.

Naturalmente non mancheranno le eccellenze di casa nostra Ferrari e Lamborghini, che faranno brillare di luce riflessa tante altre supercar, e in quanto a lucentezza a loro volta abbaglieranno anche i prototipi di Pininfarina, Giugiaro, Bertone, Zagato e Touring Superleggera.

La data più attesa sarà senza dubbio domenica 10 giugno, la giornata del Gran Premio Parco Valentino, in cui auto classiche, prototipi – che saranno anche sotto i riflettori alla mostra internazionale di Torino Esposizioni – motorsport, supercar e one-off, oltre che auto a guida assistita ed elettriche – con un focus a loro dedicato in piazza San Carlo – sfileranno con partenza da piazza Castello, e percorreranno le vie del centro e i tornanti di Superga, per poi spegnere i motori alla Reggia di Venaria.

L’area coperta di Parco Dora ospiterà invece lo USA Cars Meeting, e le vetture americane, storiche e moderne, attraverseranno poi la città per parcheggiarsi infine in piazza Montale.

I loghi delle case automobilistiche saranno proiettati sulla Mole Antonelliana, e la facciata di Palazzo Reale a mo’ di maxischermo racconterà tutte le sere con un film la storia dell’automobile.

Alberto Sacco, assessore al Commercio del comune di Torino, ricorda che il Salone dell’Auto «è uno dei più importanti a livello internazionale» e che «la città deve continuare a essere la città dell’auto. Non sarà più quella della Fiat ma all’estero è riconosciuta come un’eccellenza, pertanto deve continuare ad attrarre energie in questo settore».

Non a caso quindi, al Politenico di Torino, dal 6 all’8 giugno, si terrà il convegno tecnico internazionale CO2 Reduction for Transportation Systems Conference, che chiamerà in causa gli esperti del settore, per far sì che si apra un tavolo di discussione in relazione a tematiche scientifiche inerenti al mondo automotive, e perché si possa in definitiva promuovere il dialogo fra industrie, università e centri di ricerca dei diversi Paesi che credono nel progetto.