Nel centro storico di Roma, accanto alle boutique più esclusive nelle vie dello shopping, trova la sua collocazione la Residenza di Ripetta, un gioiello barocco risalente al XVII secolo. La Residenza inizialmente ospitava un convento per ragazze nubili facoltose, ricevendo grande sostegno dal Papa Innocenzo XI, il cui busto in marmo oggi è visibile all’interno della struttura. Questo hotel è il connubio perfetto tra storia e modernità; arte ed eleganza sono i tratti distintivi dell’hotel, che gli ospiti hanno la possibilità di ammirare. Sia che scelga di soggiornare in una camera o in una suite, l’atmosfera che si respira è intima ed accogliente, grazie agli ampi soffitti e alla splendida vista sul giardino privato. Meritano una menzione particolare la Deluxe Suite e la Royal Two Bedroom Suite .

La prima è una perfetta fusione di stile classico e moderno: mobili d’antiquariato abbinati ad opere d’arte contemporanee. Grazie ai suoi ampi spazi, la Deluxe Suite offre un elevato grado di comfort e di benessere. La Royal Two Bedroom Suite con i suoi 95 metri quadri e le finestre che danno direttamente sul giardino, ha ospitato numerosi personaggi illustri provenienti da tutto il mondo. Il fulcro dell’hotel è rappresentato dal Giardino di Ripetta, un cortile interno che trasmette agli ospiti la sensazione di trovarsi in un luogo tranquillo dove poter gustare un aperitivo o sorseggiare un cocktail.

È in quest’oasi che si ha la possibilità di apprezzare i piatti della cucina mediterranea preparati da chef qualificati in grado di dar vita a veri e propri capolavori culinari. Residenza di Ripetta offre 6 sale dalla capienza di 560 persone per organizzare convention, eventi e matrimoni. Grazie alla sua meravigliosa terrazza panoramica, l’hotel è il luogo ideale per poter celebrare un evento importante. La struttura ospita anche una bellissima e ricchissima collezione di opere d’arte contemporanea, che insieme ai numerosi dipinti, statue ed affreschi rendono l’hotel ancora più suggestivo. La residenza ospita nella propria hall la famosa “Sfera nella sfera” del celebre artista Arnoldo Pomodoro.