In montagna d’estate per ritrovare ritmi lenti e sapori perduti, respirare aria sottile e dormire con il piumone quando in città si muore di caldo. In montagna proprio come si faceva una volta: la vacanza per tutti, anziani compresi.

E di giorno lunghe camminate e cimenti alpinistici, sì, ma anche solo un albero con una panchina e il paesaggio infinito, per leggere e appisolarsi. E così ecco la vacanza in alta quota: una scelta che conta un gran numero di appassionati e tantissimi ne ha trovati già la scorsa estate.

Gli appassionati della montagna potranno scegliere una vacanza all’insegna della mondanità, oppure un tuffo nella natura selvaggia, ma ci sono luoghi dove queste due tipologie di vacanza si incontrano, come ad esempio a Cortina, dove l’alpinismo da sempre si è intrecciato con la mondanità.

Il Touring Club Italiano anche quest’anno propone cinque località tra Alpi e Appennini per fare il pieno di natura, relax e avventura.

Cominciamo dalle estreme Alpi occidentali, dalle Cozie. Qui ci sarebbero diverse località da consigliare, ma preferiamo soffermarci su Sampeyre (CN), 971 m, capoluogo della val Varaita. Il borgo, frequentato centro di vacanza d’estate, prevalentemente da cuneesi e torinesi, è famoso per la Baìo, la festa carnevalesca che si tiene ogni cinque anni per celebrare la cacciata dei Saraceni.

Da Sampeyre partono numerosi itinerari per andare alla scoperta della valle: il ramo della val Bellino, per esempio, merita da solo una visita per le antiche frazioni, le fontane, le antiche sculture antropomorfe.

Al secondo posto Alagna Valsesia (VC), nota perché ai piedi del Monte Rosa e punto di partenza per le salite in funivia fino ai ghiacciai. Patria del freeride, è caratterizzata da una architettura tipica in legno, retaggio degli antichi walser che nel Trecento valicarono le Alpi e si insediarono a sud del Monte Rosa.

Innumerevoli le escursioni in montagna, ma anche i giri turistici nelle vicine vallate di Rima, Carcoforo e Rimella e nella sottostante città di Varallo che vanta uno spettacolare Sacro Monte ricco di 45 cappelle affrescate.

In terza posizione Chamois (AO), 1896 m, diversa da tutte le altre in quanto raggiungibile soltanto a piedi o con la funivia. Siamo nella valle del Cervino, celebre e affascinante piramide che troneggia nella valle appena si sale di quota. Qui la pace è assoluta: le auto sono lontane e l’atmosfera è decisamente alpestre. E naturalmente dopo una discesa in funivia si possono raggiungere le celeberrime Valtournenche e Breuil-Cervinia e sciare d’estate sui ghiacciai.

Si colloca al quarto posto Chiavenna (SO), 333 m, perché pur avendo un aspetto urbano da vera città sa offrire i vantaggi anche di un luogo ai piedi delle montagne. Località certificata dal Tci come Bandiera arancione per le sue qualità turistico ambientali, Chiavenna vanta grandi pregi paesistici e naturali. Da qui si dipartono infatti due valli, la Val San Giacomo che sale al passo dello Spluga, e la val Bregaglia che porta, dopo il Maloia, in Engadina.

Pregevoli anche il vicino parco delle marmitte dei giganti, il palazzo Vertemate Franchi a Piuro e la splendida cascata dell’Acqua Fraggia.

Chiude questa breve selezione Vigo di Fassa (Tn), 1197 , culla del ladino fassano (qui ha sede l’Istituto ladino di Fassa), anche se leggermente defilato rispetto all’arteria di fondovalle che porta a Canazei. Questa sua posizione è la carta vincente del borgo, punto di partenza per grandiose escursioni nel vicinissimo gruppo del Catinaccio, a Gardeccia, alle Torri del Vajolet.

Da non perdere la classica escursione al lago di Carezza, poco oltre il passo di Costalunga, ma anche alla vicina Marmolada. Per chi invece preferisce una vacanza all’insegna della mondanità, sono tre le mete italiane da sempre più gettonate: Cortina d’Ampezzo, Madonna di Campiglio e la Val di Fassa. A Cortina si danno appuntamento Vip della politica, dell’economia, della cultura, dello spettacolo (molti dei quali vi posseggono una casa), che la animano soprattutto da ferragosto ai primi di settembre. L’estate cortinese è un susseguirsi di concerti, spettacoli teatrali, incontri e manifestazioni culturali di ogni tipo, veramente uniche per una località di montagna.

A tutto ciò si aggiungono mille opportunità per una vacanza attiva e sportiva: escursioni e arrampicate, piscina coperta e campo da golf, maneggi, percorsi per mountain-bike, campi da tennis, scuole di roccia, saune e centri fitness…Nonostante sia una località indubbiamente esclusiva, Cortina è comunque frequentatissima da gente di ogni tipo e proveniente da tutto il mondo: famiglie, rocciatori, giovani.

Grande, e ricca di suggestioni, è la storia dell’alpinismo ampezzano e delle sue guide. Innumerevoli le opportunità di arrampicate, trekking ed escursioni offerte da queste montagne sulle quali sono state scritte alcune tra le migliori pagine dell’alpinismo mondiale: dalle semplici passeggiate nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo, alle scalate più impegnative, passando per le suggestive vie ferrate tracciate nelle rocce dalle truppe austriache e italiane durante la Grande Guerra. La Val di Fassa è un ottima meta non solo per coloro che sono appassionati di sport e natura incontaminata ma anche per chi vuole andare a “caccia di cultura”.

Per gli appassionati di cultura ma anche per tutti coloro che vogliono realmente entrare in contatto con il mondo di questo meraviglioso popolo trentino da non perdere è il Museo ladino di Fassa che illustra le tradizioni della vita contadina e rurale degli abitanti e racchiude in sé arte, folklore, gastronomia, usi e costumi. Da non perdere è una visita presso tutti i paesini vicini e le località limitrofe della Val di Fassa: sono paesini di montagna molto caratteristici e particolari nei quali poter scoprire un mondo.

Lo shopping nella Val di Fassa in generale è sempre una delle attività maggiormente conosciute, amate e praticate, si passeggia per le vie del centro storico dei diversi paesi ammirando le vetrine di eleganti boutique con marchi di tutti i tipi, conosciuti e famosi, souvenir, negozi di classe e graziose botteghe. Le principali località preferite dai fashion-addicted sono Canazei e Moena.

Infine, Madonna di Campiglio, piccolo paese in provincia di Trento, che si presenta come un paesino molto caratteristico, vivace e suggestivo. Situato in una conca della Valle del Sarca, è circondato da fitti boschi che regalano la visuale di un paesaggio da cartolina con scorci e vedute mozzafiato.

Simbolo del paesino sono le montagne e la natura e la presenza di una delle stazioni sciistiche più attrezzate in assoluto; durante la stagione estiva si possono fare diverse attività di sentieri, passeggiate, escursioni, itinerari in mountain bike, arrampicata, vie ferrate parapendio, pesca e dog trekking.

Il centro del paese è molto caratteristico si può fare shopping nei negozi di abbigliamento sportivo con capi all’ultima moda e piccoli negozi di souvenir che offrono l’opportunità di poter acquistare oggetti legati all’artigianato locale e all’enogastronomia.