Il nostro Paese è ricco di centri benessere grazie alle tante fonti di acqua termale che troviamo da nord a sud dello Stivale; fonti queste che venivano utilizzate fin dall’epoca degli Antichi Romani.

Il Veneto è sicuramente una delle regioni con più centri proprio per la presenza di molte piscine naturali e strutture termali sorte nella loro prossimità. Per esempio, a Verona troviamo il Parco Termale del Garda, una spa naturale di tredici ettari immersa tra piante rare e alberi secolari e dove si trovano laghi termali, piscine, idromassaggi e fontane. L’acqua qui sgorga a una temperatura di circa 29-30 gradi per differenziare l’offerta. Naturalmente, all’interno del Parco è presente anche un hotel, il Villa dei Cedri, risalente al XVIII secolo e che presenta eleganti stanze provviste di vasca idromassaggio con acqua termale. Nel Parco Termale del Garda si possono trovare l’Haloterapia e il Bagno Tuorco con la cromoterapia, la doccia abbronzante, una vasca coperta con acqua termale calda e una sauna finlandese posizionate proprio al centro del verde. Come in ogni centro che si rispetti, la struttura offre anche un Poliambulatorio in grado di offrire servizi efficaci nel settore del benessere e della salute, attraverso la progettazione di programmi personalizzati di riabilitazione motoria, fisioterapia e terapie specialistiche da abbinare all’acqua termale.

A Santa Lucia, a pochi chilometri da Verona, sorge anche l’Aquardens, una struttura con acqua minerale naturale che sgorga direttamente nelle vasche e che risulta avere caratteristiche terapeutiche riconosciute dal Ministero della Salute. Quindi, oltre al piacere della permanenza in una struttura immersa nel verde, gli ospiti qui possono vivere anche i benefici della balneoterapia termale. In tempi remoti questa zona era completamente ricoperta dal mare e oggi la stessa acqua salso-bromo-iodica fluisce microbiologicamente pura dalla roccia fessurata della fonte di Aquardens, stimolando il sistema immunitario e sviluppando proprietà antinfiammatorie.
Spostandoci invece dalla parte opposta, incontriamo il complesso Terme di Genova, un’oasi di salute e benessere a due passi dal mare, nella località di Acquasanta. La posizione è incantevole: la struttura è infatti circondata dalle splendide cime appenniniche rimanendo posizionata però a pochissimi chilometri dal mare e dalle belle spiagge del ponente genovese. La storia del borgo è indissolubilmente legata all’esistenza delle salubri acque che qui sgorgano, le cui virtù sono conosciute fin dai tempi remoti. L’acqua ha caratteristiche uniche, tali per cui è adatta sia per la cura delle alte e basse vie respiratorie, sia per la cura e bellezza dell’epidermide. Il Centro occupa 3 mila metri quadrati ed il percorso benessere è composto da una vasca idromassaggio interna, con acqua a 35 gradi, un bagno a vapore, un nebulizzatore termale, le docce scozzesi e una grande vasca idromassaggio esterna con acqua termale calda e cascate. Discorso simile per la Eira Terme di Imperia, del Fonte Battaglino, una struttura di oltre novecento metri quadrati pensata per il benessere del corpo e dell’anima, con particolare cura per i trattamenti estetici, grazie all’ Era Bio Curativa, un principio attivo per la cura dello spirito e del corpo che contiene proteine e gruppi tiolici e oligoelementi, scelta da Medici e fisioterapisti per le sue uniche proprietà curative.

Photo via Visualhunt