Spesso ci domandiamo “Come cambierà la nostra vita nel futuro? Useremo ancora i mezzi che abbiamo oggi?”. Il costante progresso ha portato nella nostra vita numerosi comfort in molti ambiti: da quello lavorativo alla vita domestica, passando per la sicurezza ed il benessere. La tecnologia ogni giorno fa passi da gigante avanzando sempre di più in tutti i settori. Questo da una parte influisce in modo positivo aiutandoci a produrre idee sempre più innovative, soddisfacendo ogni minima nostra necessità o esigenza, ma soprattutto rendendo i dispositivi più semplici nelle loro interfacce. Abbiamo cercato di prevedere alcuni probabili cambiamenti nei settori che ci interessano maggiormente.

Istruzione
Inizialmente visti con malcelato scetticismo nel futuro i robot interagiranno sempre più con la nostra vita quotidiana. Non solo saranno una figura fondamentale in centri per anziani o case di cura, ma presto saranno una costante anche nelle scuole insegnando materie fondamentali quali storia, italiano, lingue straniere. I libri di testo verranno sostituiti prima dai tablet ma soprattutto le lezioni non si terranno più in strutture chiuse ma all’aperto, in costante interazione con il mondo e con l’ambiente circostante.

Rapporti interpersonali
Già oggi, nel 2017, assistiamo ad un continuo evolversi del modo di comunicare. Le interazioni facciali stanno lasciando il posto ai rapporti tramite pc, telefono… perchè conversare telefonicamente quando possiamo dettare un messaggio al nostro telefono ed inviarlo al destinatario attraverso un semplice click. Per le ricerche non ci servirà più un pc ma basterà indossare un paio di occhiali oppure consultare il nostro orologio. Il livello di connessione e connettività sarà talmente alto e veloce che le chiamate verranno sostituite con le ologrofochiamate, avendo così non solo la possibilità di sentire ma anche di vedere interamente la persona con cui parleremo avendo l’impressione che sia proprio davanti a noi.

Computer
La tecnologia sarà sempre presente nella nostra vita ma soprattutto vi potremmo accedere costantemente grazie alla nostra “nuvola” personale dove potremmo caricare ogni informazione, dettaglio, dato, di cui potremmo avere bisogno nella nostra vita. Cambierà anche il nostro modo di relazionarci con il web. Grazie ai Google glass potremmo avviare ricerche mentre stiamo parlando, mentre guardiamo la tv o mentre siamo in aereo. Già oggi, alcuni siti si stanno organizzando per supportare questo “nuovo” concetto di internet. Sfruttando le nostre sinapsi potremmo visitare un sito web in 3D e contemporaneamente interagire con gli internauti attualmente connessi a quel sito ma soprattutto interagire con i web master o i centri assistenza in caso di bisogno.

Lavoro
Probabilmente non esisteranno più i pc come li concepiamo oggi. Tutto sarà touch e perfettamente integrato con l’ambiente circostante. La maggior parte dei compiti verrà svolta da computer debitamente “istruiti” tranne per le mansioni in cui venga richiesto l’intervento dell’intelligenza umana. Anche l’ufficio sarà sincronizzato con il nostro corpo in grado di poter soddisfare ogni esigenza del lavoratore. I più ingegnosi sostengono che ognuno di noi avrà un robot a propria immagine e somiglianza in grado di poter portare a termine più mansioni contemporaneamente o di sostituirci in caso di infortunio o di una malattia, il tutto con l’obiettivo di rendere il lavoratore ancor più produttivo.

Casa
Abbiamo spento il forno? Cosa manca nel nostro frigo? Nel 2050 non ci porremmo più domande del genere. Tutto sarà connesso direttamente al nostro cellulare: riscaldamento, accensione/spegnimento delle luci, chiusura di gas ed acqua. Per la spesa non servirà più la lista, sarà direttamente il nostro frigorifero ad indicarci, magari via sms, di cosa manca. Inoltre, degli occhiali particolari ci aiuteranno a districarci nelle corsie del supermercato indicandoci quali sono i nostri cibi preferiti o quelli che utilizziamo maggiormente.

Sicurezza
Partendo dalla semplice carta di identità per giungere al nostro conto bancario, la sicurezza sarà gestita utilizzando le ultime tecniche di riconoscimento biometrico quale le impronte digitali, la registrazione vocale o la scansione della retina. Stessa tecnica potrà essere utilizzata per accedere alla propria abitazione o alla propria macchina, evitando così l’annoso problema delle chiavi. Grazie ai droni ed agli innumerevoli “occhi elettronici” presenti in tutta le città il tasso di criminalità sarà notevolmente ridotto in quanto i malviventi saranno scoraggiati dal commettere i reati. Bisognerà stare attenti ai crimini del web, ma sono in atto notevoli cambiamenti e miglioramenti anche in quel campo. Grazie all’avanguardia in campo tecnologico e in campo edile anche le calamità naturali non spaventano più. Le case saranno in grado di percepire gli smottamenti e le scosse modificando la loro struttura al fine di adattarsi al fenomeno in atto ed indicando, con luci apposite, il percorso per l’evacuazione.

Trasporto
Non è una novità che le macchine siano in grado di parcheggiare da sole, ma entro il 2050 saranno anche in grado di guidarsi da sole. Ovviamente questa tecnologia si scontra con le regole stradali in essere in ogni paese, ma si stanno facendo dei passi da gigante in questo ambito. Da alcuni test già avviati si evince che le vetture condotte da un “pilota automatico” registrano un tasso di incidentalità molto al di sotto di quelle guidate da un uomo. Le macchine non verranno più alimentate a benzina bensì da motori ad aria rendendole più silenziose, limitando anche l’inquinamento acustico.

Photo via Visualhunt